Italiano English

Mario Negri: gli scienziati imparano a comunicare la scienza


Si sono trasformate in un campus internazionale le sale affrescate della Villa Camozzi, a Ranica, dove si è appena conclusa la quinta edizione della “Scientific Writing Academy”, la scuola dell’Istituto Mario Negri nata con lo scopo di insegnare ai ricercatori come scrivere un articolo scientifico.

“È una opportunità innovativa e unica. Come nelle edizioni precedenti, infatti – spiega Giuseppe Remuzzi, coordinatore delle ricerche – gli studenti non si sono limitati a seguire lezioni teoriche, ma hanno lavorato per una settimana su dati e risultati messi a disposizione dall’Istituto e hanno prodotto un articolo che verrà sottoposto a una rivista internazionale”.

I dieci partecipanti, clinici e ricercatori, provenienti quest’anno da Italia, India, Nepal, Sudafrica, Etiopia e Nigeria, ospitati a tempo pieno nell’ottocentesca Villa Camozzi, hanno condiviso anche i momenti liberi, che sono stati fonte di un continuo motivo di scambio. Tutor di questa edizione è stato Donald Kohan, esperto nefrologo in campo clinico, professore all’Università dello Utah, a Salt Lake City, con un’ampia esperienza editoriale.

 

L’entusiasmo per l’esperienza scientifica, formativa e umana, trapela dalle parole del tutor e dei partecipanti che stano arrivando in questi giorni via email.

Il prof. Kohan ha scritto: "Dear 2017 SWA class, Thank you for making my experience as your “professor” so much fun! I came to teach writing and left realizing I had been the student as well. So many of you do amazing things under conditions and/or with limitations - it is inspiring. And thank you to the local and not-so-local Italians who not only participated in the course but also opened their hearts to us.  You all made an indelible impression upon me. Last, but not least, thank you to Mario Negri staff and faculty who were so generous with their time - bravo for an outstanding program!”

Anil Vasudevan, dall’India ha scritto: “Many thanks to the team at mario negri  and to Prof Kohan for the wonderful SWA. The 6 days was a combination of academic exercise, food and fun. Lots of insight from Dr. Kohan on the art of scientific writing and hope to implement them in my writing. Thanks to Francesca and Kerstin for their support before and during the conference.  Special thanks to Paola and Matteo for their time  beyond SWA. Thanks to my colleagues in SWA who were wonderful”.

Queste le parole di Addisu Melkije, dall’Etiopia: “Dear all, It was a wonderful experience. I would like to thank Prof Kohan for not only teaching and guiding us but also for being a good friend.I was very impressed by all the staffs at Mario Negri. The way the course was delivered, its organization, the tours, the trainees and organizers were all wonderful. This would definitely have a big impact on my career”.

E ancora, dalle parole di Babaniji Omosule dalla Nigeria: "Dear wonderful people, I arrived safely in Nigeria today. Thanks for the awesome time and wonderful moments. Many thanks to  Mario Negri institute for conceptualizing this. Thanks to Francesca and Kiersten for all the efforts and giving us all of their time. To Prof Don, u ve made an indelible impact on all of us. You were simply sooo patient, down to earth and amazing. "Professorial" To all my colleagues, you guys made it a week never to forget. Thanks.  Special thanks to Matteo and Paola for being wonderful hosts in addition."

L’iniziativa della Scientific Writing Academy - dice Ariela Benigni, segretario scientifico del Mario Negri di Bergamo – si inserisce nell’attività di formazione, che è tra le mission dell’Istituto, rivolta soprattutto ai giovani, ai quali va tutto il nostro supporto concreto. È necessario investire sui giovani e sulla ricerca per fare in modo che la cultura scientifica ricopra un ruolo sempre più importante, anche a livello globale. In quest’ottica siamo molto soddisfatti che tra i partecipanti dell’Academy, sin dalla prima edizione, ci siano molti ragazzi provenienti dai Paesi emergenti”.      

La Scuola è stata realizzata grazie a un contributo della Fondazione della Comunità Bergamasca Onlus, della ditta Fluorseals S.p.a. di Grumello del Monte e con il supporto della Società Italiana di Nefrologia.

Un po’ di numeri di queste cinque edizioni:

Edizioni (2012, 2013, 2015, 2016, 2017)

48 Partecipanti tra clinici e ricercatori

15 Paesi di provenienza (Italia, Ungheria, Bulgaria, India, Nepal, Bosnia Erzegovina, Thailandia, Senegal, Sudafrica, Nigeria, Etiopia, Argentina, Canada, Spagna, Vietnam)

4 Tutor internazionali: Michael Goligorsky da New York (New York), David Warnock da Birmingham (Alabama), Martin de Borst da Maastricht (Olanda), Donald Kohan da Salt Lake City (Utah)