Italiano English

Eritropoietina contro la neuropatia diabetica

L'eritropoietina (EPO) potrà inaspettatamente servire da modello per disegnare nuovi farmaci per la prevenzione e la cura della neuropatia diabetica.
A questa scoperta sono giunti alcuni ricercatori dell'Istituto Mario Negri in uno studio coordinato da Roberto Bianchi del Laboratorio di Neuroimmunologia e condotto in collaborazione con l'Università di Milano "Bicocca", l'Istituto Neurologico "Besta" e l'Università di Brescia ed il Kenneth S. Warren Institute statunitense.

Dai risultati dello studio, per ora non ancora condotto sull'uomo, pubblicato nel numero di gennaio della prestigiosa rivista scientifica "Proceedings of the National Academy of Sciences of the U.S.A", l'EPO è in grado di prevenire la neuropatia causata dal diabete e, a patologia conclamata, di migliorare la maggior parte dei sintomi (velocità della conduzione nervosa e funzionalità del nervo sciatico, sensibilità termica e ripristino della corretta innervazione cutanea).

L'EPO è una molecola già impiegata per combattere l'anemia, perché aumenta il numero di globuli rossi nel sangue.

Ora che si è scoperta questa funzione neuroprotettiva dell'EPO, la sfida è quella di disegnare farmaci da essa derivati che non aumentino i globuli rossi ma che ne mantengano le attività neuroprotettive. Il Laboratorio di Neuroimmunologia dell'Istituto Mario Negri ha in corso uno studio che porterà alla definizione di tale farmaco, e una di queste molecole è già stata identificata attiva in modelli di ischemia cerebrale, come pubblicato nella stessa rivista il maggio scorso.

La neuropatia diabetica è la patologia più comune del sistema nervoso periferico ed è la complicanza più devastante del diabete mellito (è causa del 50/75% di tutte le amputazioni non dovute a traumi). Ad oggi non esistono terapie efficaci per questa malattia. Questa complicanza si sviluppa in oltre il 50% dei pazienti cui è stato diagnosticato il diabete da 15 anni.


Prof. Silvio Garattini
Direttore
Istituto Mario Negri

Milano, 15 gennaio 2004
IB/79
------------------------------------
Per informazioni rivolgersi a:
Dr.ssa Isabella Bordogna
Ufficio Stampa - Istituto Mario Negri
Via Eritrea 62 - 20157 Milano
tel. 02 39014.581
e-mail: ufficiostampa@marionegri.it