Italiano English

Dipartimento Ambiente e Salute

L'attività del Dipartimento Ambiente e Salute è dedicata allo studio dei fattori ambientali rilevanti per la salute umana. Le principali linee di ricerca riguardano la rilevazione di fattori tossici nell'ambiente, la valutazione dell'esposizione umana e dei rischi per la salute e lo studio dei meccanismi di tossicità degli inquinanti.
Il monitoraggio di inquinanti nell'ambiente riguarda sia sostanze ben conosciute, come diossine e PCB, che nuove classi di contaminanti emergenti quali interferenti endocrini, farmaci, prodotti per la cura personale e residui di attività industriali. Un originale campo d'indagine permette di studiare i consumi di droghe d'abuso, nicotina ed alcohol attraverso la loro misurazione nelle acque di scarico urbane. Per la rilevazione di queste sostanze vengono sviluppate e utilizzate tecniche analitiche sofisticate basate sulla spettrometria di massa.
La valutazione di rischio associato a contaminazione ambientale è basata su studi in campo e modelli previsionali di tossicità. L’esposizione umana a diversi composti tossici (PCB, diossine,metalli pesanti, altri interferenti endocrini) presenti nell'ambiente e negli alimenti viene valutata mediante differenti modelli di tossicità in vitro e in silico.
Studi di epidemiologia molecolare vengono utilizzati per identificare fattori genetici e/o ambientali capaci di influenzare il rischio per la salute. Si cercano inoltre nuovi “indicatori biologici” utili all'identificazione di effetti tossici o patologie, di bersagli molecolari e meccanismi alla base della tossicità di inquinanti e farmaci. Ciò viene effettuato mediante una piattaforma tecnologica avanzata di proteomica e metabolomica come strumenti diagnostici ed per studiare i meccanismi di sviluppo delle malattie.
La spettrometria di massa è la principale tecnica analitica usata nel Dipartimento, che dispone di un parco strumentale completo e all'avanguardia. La strumentazione include infatti numerosi spettrometri di massa per gas cromatografia (a bassa ed alta risoluzione, con ionizzazione EI e CI), per cromatografia liquida (micro e nano LC), e per analisi dirette con ionizzazione laser (MALDI). Gli strumenti utilizzano le tecnologie più avanzate sia per la cromatografia liquida (nano LC su chip) che per la spettrometria di massa (strumentazione tandem con tripli quadrupoli, TOF-TOF, strumenti ad alta risoluzione Orbitrap, Q-TOF, Q Exactive). Sono inoltre disponibili tecniche di ionizzazione elettrospray diretta (DESI) per la caratterizzazione di superfici di campioni.


Rapporto Attività 2017

Laboratori