Home / Ricerca / Dipartimento di
Oncologia

Laboratorio Microambiente Tumorale

Il laboratorio del Microambiente Tumorale svolge la sua attività di ricerca nella sede di Bergamo dell'Istituto Mario Negri, Centro Anna Maria Astori.

Il laboratorio studia le basi molecolari dell’interazione tra le cellule tumorali e l’ambiente che le circonda, il microambiente tumorale. Vengono studiati soprattutto fattori legati al rimodellamento della matrice extracellulare, alla formazione e funzionamento dei vasi sanguigni e alla reazione desmoplastica, per capire come il microambiente influenza la crescita, l’invasione e le proprietà metastatiche del tumore e ne condiziona la risposta alla chemioterapia.

Lo scopo è quello di individuare nuovi marcatori tumorali e bersagli per il disegno di nuove terapie. Inoltre, studiamo approcci per agire sulla matrice extracellulare, modificando la struttura e le proprietà del microambiente per migliorare l’efficacia dei farmaci antineoplastici.

Linee di ricerca

Proteine matricellulari nel microambiente tumorale: la trombospondina-1

La trombospondina-1 (TSP-1) è una proteina matricellulare strutturalmente e funzionalmente molto complessa che, nei tumori, agisce come mediatore del rapporto tra le cellule tumorali e il microambiente. Facendo da tramite tra cellule tumorali, cellule normali, fattori solubili e matrice extracellulare, TSP-1 è in grado di influenzare la crescita e il comportamento maligno dei tumori. Da diversi anni il laboratorio studia il ruolo di alcuni domini della TSP-1 nel regolare la vascolarizzazione, crescita, metastatizzazione e risposta ai farmaci dei tumori. Identifichiamo siti rilevanti della TSP-1 e ne analizziamo l’interazione con altre molecole e il meccanismo di azione. I siti che risultano attivi nell’inibire la malignità del tumore vengono, quindi, usati come modello per il disegno di nuove molecole terapeutiche.

Proteasi e loro inibitori fisiologici nell’interazione tumore-ambiente nel carcinoma del pancreas

Il tumore del pancreas è un tumore molto aggressivo con una prognosi infausta, caratterizzato da un forte rimodellamento della matrice extracellulare, dalla presenza di fibrosi e da un alterato equilibrio tra proteasi e i loro inibitori fisiologici. Vogliamo identificare i meccanismi attraverso i quali le proteasi e i loro inibitori sono in grado di regolare la progressione del carcinoma del pancreas rilasciando o degradando fattori di crescita, citochine, fattori angiogenici, generando frammenti di matrice biologicamente attivi o attivando direttamente dei pathways molecolari specifici. I risultati forniranno indicazioni per lo sviluppo di terapie basate sulla rieducazione del microambiente tumorale per ripristinarne la naturale capacità di contrastare la crescita del tumore.

Meccanismi dell’organo-specificità delle metastasi tumorali

L’interazione tra le cellule tumorali e il microambiente determina la peculiarità di diversi tipi tumorali di metastatizzare preferenzialmente a determinati organi. Il laboratorio studia i meccanismi cellulari e molecolari attraverso i quali il microambiente del tumore primario, soprattutto le molecole associate alla matrice extracellulare e matricellulari, influenza le proprietà invasive e metastatiche delle cellule tumorali. Inoltre, studiamo come cambiamenti nel microambiente di organi distanti, indotti dallo stesso tumore primario, creino una nicchia favorevole per la formazione di metastasi. Ci occupiamo, in particolare, di tumori mammari, che metastatizzano alle ossa o al polmone, e di tumori del pancreas e del colon, che metastatizzano al fegato.

Studi preclinici di nuovi agenti che agiscono sulla matrice extracellulare per normalizzare il microambiente tumorale

Colpire la matrice extracellulare per migliorare l’effetto dei farmaci chemioterapici è una strategia terapeutica con grandi potenzialità. La matrice extracellulare dei tumori, che si differenzia da quella dei tessuti normali per quantità, composizione e proprietà meccaniche, può ostacolare la distribuzione e l’attività dei farmaci antitumorali. Analizziamo diversi approcci terapeutici per normalizzare la matrice extracellulare dal punto di vista biochimico, fisico e funzionale con l’intento di aumentare la concentrazione dei farmaci nel tumore e, quindi, l’efficacia della chemioterapia.

Responsabili
Giulia
Taraboletti
Capo Laboratorio
giulia.taraboletti@marionegri.it
Capi Unità
No items found.
Personale
Andrea
Resovi
Ricercatore
andrea.resovi@marionegri.it
Denise
Pinessi
Ricercatore
denise.pinessi@marionegri.it
Laura
Carminati
Ricercatore
laura.carminati@marionegri.it
Patrizia
Borsotti
Ricercatore
patrizia.borsotti@marionegri.it
Dorina
Belotti
Ricercatore
dorina.belotti@marionegri.it
This is some text inside of a div block.
Thank you! Your submission has been received!
Oops! Something went wrong while submitting the form.
Codice:

International Consensus on Cardiopulmonary Resuscitation.

1205
Non ci sono pubblicazioni selezionate al momento.
Responsabili
Giulia
Taraboletti
Capo Laboratorio
giulia.taraboletti@marionegri.it

Laboratori Collegati

Tieniti aggiornato sulle novità dell'Istituto Mario Negri. 

Iscriviti alla newsletter
Pagina Inglese